Uncategorized

Onicofagia grave

Onicofagia: conseguenze sulla salute e disturbi correlati. Onicofagia: come curarsi,rh:lastregacattivaonweb.

Il Cannocchiale blog,rh:nailart. Segnala un’altra immagineSegnala l’immagine offensiva. L’onicofagia è un disturbo compulsivo che porta il paziente a mangiare le proprie unghie e, nei casi più gravi, anche le pellicine e le cuticole . Se l’Onicofagia è di tipo lieve, è possibile allungare l’unghia circa un terzo dell’unghia a disposizione, con l’aiuto delle cartine, mentre se l’Onicofagia è grave, .

Se per molti il mangiarsi le unghie è un problema di poco conto, nei casi più gravi, può essere necessario il ricorso a un trattamento psicoterapeutico. Molto spesso ci viene detto che non si può ricostruire su unghie mangiate o troppo corte. L’onicofagia è la tendenza a rosicchiarsi le unghie, che porta nei casi più gravi anche a dolori, arrossamenti e danneggiamenti delle cuticole. Buonasera, sono una ragazza di anni e da quel che ricordo soffro di onicofagia da quando ero alle elementari.

Consiste nel mangiarsi le unghie con possibili conseguenze anche sulla pelle intorno ad esse, che in quel caso, si parla di “onicofagia grave”.